Massaggi storia - Studio Massaggi Tantra benessere unico con il massaggio Lotus a Chiasso

Vai ai contenuti

Menu principale:

Massaggi storia

Massaggi
 
 
 
 
 

STORIA E TIPOLOGIA DEI MASSAGGI

Il massaggio (dal greco massein che significa "impastare", "modellare") è la più antica forma di terapia fisica, utilizzata nel tempo da differenti civiltà, per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica. Oggi trova spazio all'interno della fisioterapia, della medicina alternativa e nei trattamenti estetici. Ne esistono infatti diversi tipi, con differenti finalità. Si esegue con una tecnica che attraverso il contatto corporeo, manuale e con manovre precise e sequenziali, attenua dolore e tensione all'apparato muscolare. I movimenti del massaggio vanno eseguiti nella direzione delle fibre muscolari e devono rispettare il senso della circolazione venosa, quindi dalle estremità verso il cuore, e possono essere decisi e rapidi, per un effetto tonificante, oppure lenti e delicati, per un effetto calmante. Esistono varie tipologie di massaggio: antidolore, anticellulite, antistress, estetico, curativo, sportivo. Esistono poi specifiche manovre per le donne in gravidanza, per i neonati o per gli anziani. Tecniche diverse sono applicate alle diverse zone per ottenere i migliori benefici. Esistono poi una serie di varianti a carattere sessuale - erotico che ogni area del pianeta fa suoi di nome ma di fatto sono esclusivamente preludio o preliminare di prestazioni di altro tipo.

Tra i vari tipi di massaggio si possono annoverare:

Lo sfioramento, ossia far scivolare il palmo o il polpastrello sulla pelle; in questo modo si attiva il ritorno venoso al cuore.

La percussione, una sequenza di colpi dati con il palmo o con il pugno chiuso; induce un effetto stimolante e tonificante.

L'impastamento, ovvero il sollevamento della pelle eseguito con un pizzicamento e una torsione;

La frizione, che consiste in una pressione da associare a movimenti circolari o diversi;

La pressione, cioè comprimere con il palmo la pelle eseguendo un movimento continuo e dolce; questo è utile per eliminare contratture muscolari (crampi).

La vibrazione, ossia una pressione unita ad un movimento oscillatorio; produce un effetto stimolante.

Solitamente vengono utilizzati oli o creme appositi per facilitare lo scorrere delle mani sul corpo, ma talvolta vengono eseguiti senza alcun mezzo ausiliare. In occidente si effettua per lo più su appositi lettini, mentre in oriente è spesso in uso il futon, o materassino a terra, così da sfruttare meglio il peso e le parti del corpo del massaggiatore nell'esecuzione delle "pressioni", tecnica ampiamente utilizzata nel massaggio orientale. La durata della seduta non deve essere inferiore a 30 minuti, al fine di garantire un beneficio, e molto raramente è superiore alle due ore.


IL ' MASSAGGIO NEL MONDO'

Dalla Russia Il Massaggio Imperiale


Fin dai tempi più antichi miti e leggende si sono intrecciati attorno al "mistero dell'' ambra". Forse per il colore dalle mille sfumature (dal giallo, al rosso, verde, blu), forse per il calore che si avverte al tatto, forse per l'' eccezionale stato di conservazione dei fossili che talora include, forse per il particolare aroma che emana quando brucia… questa gemma esercita ancora oggi un'indubbia magia. L'' ambra del Baltico viene denominata anche succinte in quanto contiene dal 3% all'8% di acido succinico, sostanza scientificamente usata nella medicina contemporanea a scopi terapeutici e battericidi. Il letto d'ambra "Maya" (l'ambra è la gemma per eccellenza della civiltà Maya) è un letto vibrazionale, costruito con i criteri di un grande strumento a cassa armonica. Le vibrazioni si sprigionano dal suono di campane tibetane che producono la vibrazione ottimale per rigenerare le cellule e per purificare l'ambra dall'assorbimento delle impurità. La principale caratteristica terapeutica dell'ambra è di assorbire il dolore, le negatività e gli squilibri del corpo. Perciò, dopo l'' uso, l'ambra si presenta spesso opaca, torbida, 'inquinata'. Quindi è necessario pulirla e 'ricaricarla'. Ispirato all'atmosfera ottocentesca, il "Massaggio Imperiale" viene effettuato alla luce di grosse candele che con il loro bagliore accendono di mille riflessi le piccole pepite d'ambra.
Il "Massaggio Imperiale" indicato principalmente per stati di affaticamento e stress quotidiani si avvale di accessori quali:

o          sacchetti di ambra riscaldati, da applicare sul corpo nei punti alle estremità di una virtuale croce copta,

o          mazzi di lino per stimolare la circolazione e rivitalizzare il corpo,

o          grosse pepite di ambra per armonizzare i chakra,

o          particolari oli essenziale rilassanti,

o          musica vibrazionale con disco armonico.



L'antico Massaggio Autoctono Russo: Estetico e Sportivo

Quella russa è una scuola di massaggio molto antica che raccoglie i contributi e gli insegnamenti millenari di diverse scuole, oltre a quella autoctona. A questa antica esperienza si deve, per esempio, la fama mondiale della medicina sportiva russa. È una disciplina nata dall''  esigenza di curare e riabilitare persone gravemente menomate (per esempio a causa di guerre) in condizioni di assenza di strutture mediche specialistiche. Questo ha portato alla conoscenza molto approfondita dell'apparato muscolo-scheletrico e di tutte quelle manualità che potevano consentire il rapido recupero e la conseguente riabilitazione. Lo scopo è quello di restituire mobilità al sistema scheletrico con il recupero delle funzionalità e dell'equilibrio muscolare. Molti sono gli inestetismi che trovano la loro origine nel disequilibrio del sistema muscolo-scheletrico (per esempio quelli originati dalla scarsa ossigenazione) e che da queste manovre possono trarre un duraturo beneficio. Questo particolare massaggio incrementa il flusso linfatico e sanguigno, guarisce dolori acuti, cura patologie mediche croniche, è terapeutico per la mente ed il massaggio è diviso in tre fasi

o          prima fase: consiste in movimenti lenti e dolci in modo che il paziente possa rilassarsi;

o          seconda fase: i movimenti sono più veloci, duri e profondi. Questa è la fase più terapeutica del massaggio russo;

o          terza fase: il professionista torna ai movimenti lenti e dolci per la distensione e la conclusione della terapia.

Il massaggio russo utilizza cinque tecniche principali: effleurage, stretching, vibrazione, pétrissage e frizione. L'intensità e la pressione del massaggio dipenderanno soltanto dal paziente e dai motivi per cui il paziente è sotto cura e possono variare da leggeri a medi a intensi.
Oleg Vasìliev, Massoterapeuta e fondatore del "Laboratorio del Massaggio", Russia.



Dall' Argentina Il Massaggio Bio-Plasmatico

Un massaggio strutturale, profondo e delicato che trasforma la rigidità in fluidità, la tensione in rilassamento, la contrazione in espansione. Con un effetto immediato di benessere e rimodellamento. Come funziona la complessa struttura del corpo? -  Forze che attraversano il corpo ogni secondo. La gravità è la forza più potente, che lo modifica. Quando annulliamo la gravità, la materia che ancora rende pesante il corpo diviene più leggera. I riflessi propriocettivi diminuiscono e il cervello entra in uno stato di leggerezza, come se levitasse. Questo "lasciarsi andare", procurato dal movimento e dalla sospensione, rilassa in profondità la struttura mio - fibrosa di tutto il sistema. Il non controllo del corpo in stato di abbandono, modifica la padronanza neuromuscolare che crea la 'corazza' e la persona si lascia fluire nel movimento globale.
Stella Maris Sironi, Chinesiologa, Argentina.


Il Massaggio Specchio

Agisce con lo stesso principio della ricerca di annullamento della gravità per ottenere il rilassamento profondo il 'Massaggio specchio', nell'interpretazione molto personale applicata da Stella Maris alla Bioenergetica Raichiana e il principio del Quantum, all'essenza del Kembiki-Do. Il trattamento si effettua utilizzando lunghe sciarpe di seta che, legate a polsi e caviglie o passate sotto la testa, la schiena, il bacino, consentono all'operatore di effettuare i movimenti del pendolo, dondolando dolcemente e dolcemente 'tirando' come in uno stretching passivo, braccia, gambe e successivamente collo, testa, busto.
Stella Maris Sironi, Chinesiologa, Argentina.



Dal Perù -  Il Massaggio Del Curandero, O Massaggio Sciamanico

Lo sciamano era, ed è, colui che si prende cura della sua tribù, del suo clan, poiché al curandero, nome usato nella cultura sudamericana, viene riconosciuta una grande saggezza, spiritualità, trasparenza e sincerità. Il suo compito è quello di trasmettere gioia, energia, armonia e amore. Con l'' urbanizzazione l'uomo si è allontanato dalla natura e ha iniziato un processo di distruzione che lo 'ha portato a dimenticarsi dell' amore, rincorrendo solo gli aspetti materiali e razionali. Ciò ha di fatto alimentato traumi, blocchi emotivi, malattie, epidemie virus… creando squilibrio nelle energie vitali dell'individuo. Il curandero, che al contrario non si è mai allontanato dall'essenza vitale, è in grado di individuare questi traumi, blocchi, disturbi, emozioni negative e, quindi, ha i mezzi per sbloccare, per curare e per guarire mediante il massaggio. Lo sciamano opera una serie di tecniche manuali e rituali, mediante la meditazione e la preghiera secondo il suo credo e secondo le sue tradizioni. Coccola la persona che si sottopone al trattamento, applicando un massaggio leggero e profondo al tempo stesso, riempiendo i vuoti energetici che vengono facilmente individuati e visualizzati, con la meditazione e la preghiera. Lo sciamano ricorda all'essere umano chi è, chi era e che è Amore. L'uomo deve imparare ad amare se stesso e a vivere "qui e ora".
Hector Villafuerte, Perù.



Dall'' Africa Il Massaggio Amani

Il massaggio AMANI: è una tecnica creata a Zanzibar e proposta anche al "Forte Village Resort" in Sardegna. In swahili, "amani" significa "pace". È un massaggio giocoso, che trasmette energia positiva e libera endorfine: un viaggio nel mondo dei profumi dell'Africa (cocco, papaia, cacao e olio di palma), sulle note dei ritmi africani.
Gilles Horclois, Parigi




Dall'' Oriente Massage Aveugle.

Beeb En Lao. l'arte del massaggio laotiano è praticato essenzialmente da un numero ristretto e selezionato di operatori, il Beeb En Lao, il massaggio laotiano, si 'apre' oggi a un pubblico sempre più ampio. Il Massage Aveugle (cieco) è l'espressione più alta del massaggio laotiano e si iscrive tra le tecniche di perfezionamento di questa arte; l'operatore agisce bendato, perché non usando la vista, riesce ad amplificare tutte le altre facoltà sensoriali, accrescendo e intensificando la concentrazione, l'abnegazione e la generosità.
Kaiido Sourisak, Laos.



Massaggio Asiatico con coppettazione snellente

Nato nell'antica Babilonia, successivamente questa tecnica si è ampiamente diffusa in Europa, Cina e Giappone come rimedio popolare. Questo metodo si ispira al trattamento di bellezza originale.

I trattamenti sono di tre tipi diversi e si avvalgono di piccole coppe di vetro:

o          Il primo è il Cupping Method: le piccole coppe di vetro vengono applicate sui punti di agopuntura lungo i meridiani del corpo, creando un vacuum. L'aspirazione creata aumenta la temperatura della pelle, permette un effetto snellente e aumenta l'immunità ai vari inestetismi.

o          Il secondo è il Cup Drainage : facendo scivolare le coppe di vetro sulla pelle e stimolando la rete dei meridiani, il corpo ottiene i vantaggi del linfodrenaggio.  Sachiko Karakama, Tokyo, Giappone.



Tansu (Tantra Shiatsu) Il massaggio di coppia


Il Tantsu (Tantra Shiatsu ) è un massaggio di coppia che lavora negli strati più profondi del corpo e della mente. Durante il massaggio si è sempre in contatto con il corpo, con il cuore e con l 'anima' in uno stato di disponibilità e fiducia reciproca. Il Tantsu è un massaggio totale che ristabilisce, come in un puzzle, contatti anche tra tutte quelle parti del corpo da cui ci si sente separati. Che stimola la sensibilità, un profondo relax e una nuova consapevolezza della propria unità corporea. È stato inventato da Harold Dull, un poeta e terapista della "Beat Generation" che oggi dirige in California la scuola di shiatsu e massaggio di Harbin Hot Spring. Nel Tantsu si insegna a 'sentire l'eco della vita', che vibra in ogni creatura, e a riequilibrare il Ki - l'energia vitale - esercitando pressioni con i pollici e le palme delle mani sui "meridiani" - i canali in cui fluisce il Ki - e sugli tsubo, i punti della vitalità. Prima di ogni massaggio si dovrà meditare e "centrarsi nell'hara" - l'addome che i Giapponesi ritengono sia il centro della forza vitale e delle emozioni. Nel Tantsu si cerca un contatto di "cuore" con il proprio partner per risvegliare un linguaggio primordiale fatto di ascolto, emozioni, vibrazioni di energia e 'simpatia vitale'. In questo massaggio, le mani e il corpo intero di chi massaggia si appoggiano delicatamente su chi riceve. Nel Tantsu chi riceve si sdraia in posizione fetale, appoggiandosi sulle gambe o sull'hara del partner. Chi è attivo fa uno stretching della colonna vertebrale, appoggia le mani sul chakra del cuore e sul terzo occhio (un contatto assolutamente inusuale), massaggia l'hara e fa ancora un freestyle di comunicazioni 'pelle a pelle"'che creano una straordinaria intimità fisica e spirituale. Il Tantsu è Watsu - il massaggio Shiatsu in acqua - portato a terra, conservando la fluidità e l'eleganza dei movimenti in acqua. Nel Tantsu si passa da una posizione all'altra con movimenti lenti e armonici per non interrompere bruscamente la sensazione intensa di unità e di armonia che affiora dall'intimo e profondo nostro essere. È anche un modo per "giocare" tra due esseri in un clima di fiducia reciproca.
Italo Bertolasi, Italia.



Massaggi Dalla Tradizione Ayurvedica


Tre tecniche che provengono dalla tradizione ayurvedica: un insieme di metodologie mirate al binomio benessere-bellezza utilizzate in India anche dai maharaja e dalle maharani nei secoli passati. L'' utilizzo di oli e unzioni profumate, associati a ingredienti naturali come erbe, cereali, fiori, piante, mira a rinforzare il terreno cellulare, attraverso un'azione di drenaggio delle tossine accumulate. Veri e propri "sistemi" curativi che abbinano all'atmosfera rilassante, un contatto 'sapiente' e una conoscenza millenaria dell'uomo e delle leggi che lo governano.

o          Abhyanga, un massaggio agli oli ayurvedici, che aiuta a reintegrare la personalità, attraverso il rilassamento;

o          Shashtishalipindsweda: massaggio effettuato con sacchetti di tela contenenti riso, latte e diverse erbe, eccellente per le articolazioni;

o          Kansu: meraviglioso massaggio della pianta dei piedi effettuato con una "coppetta" di metallo dalla lega speciale, e con il ghee, burro caldo. Questo massaggio serve a eliminare l'elemento fuoco in eccesso, pitta, rilassando e calmando tutto il corpo.
Kiran Vyas, India



Il 'Giada Lifting'

Pratica originaria della Cina, si è estesa poi in Asia (in particolare in Giappone). Questa tecnica è associata a manovre iniziali di sfioramento e Shiatsu. Utilizza due speciali piccoli rulli di giada. L'utilizzo della giada ha numerosi effetti sulla pelle (restringe i pori, drena la linfa, riduce i gonfiori e vari problemi di ritenzione idrica, migliora la micro-circolazione, attenua couperose e occhiaie, ha effetto liftante e rilassante). Grazie alla forma dei rulli, ma soprattutto alla sequenza di manovre attentamente studiata (dal basso verso l'alto e dall'interno verso l'esterno del viso) si ottiene un vero e proprio 'stiramento' del viso che attenua le rughe, i solchi e dà tono alla pelle.
Sophie Meyer, Estetista e docente, Parigi




Massaggio Con Le Spazzole

Un vero e proprio massaggio che permette la stimolazione del microcircolo, delle terminazioni nervose e del sistema linfatico, favorendo allo stesso tempo una leggera esfoliazione. Tonifica, energizza, rilassa, secondo le diverse metodiche di esecuzione. Con l' utilizzo di specifiche spazzole per il corpo, realizzate con setole vegetali, si ottiene un effetto drenante attraverso una spazzolatura lenta e dolce; mentre per ottenere un effetto tonificante ed energizzante si praticheranno movimenti più veloci e continui. Per decontrarre la muscolatura, con beneficio alle articolazioni, i movimenti saranno lenti ma decisi, lungo le fasce muscolari. Sul viso, per drenare e tonificare la muscolatura mimica, si utilizzano due piccole spazzole di morbide setole naturali. Spazzole di medie dimensioni vengono usate per il collo il décolleté e per la testa, per favorire la microcircolazione e stimolare il nutrimento del bulbo capillifero, ma anche per aiutare il rilassamento delle terminazioni nervose del cuoio capelluto. Spazzolatura drenante: si esegue con un'unica spazzola, seguendo il percorso dei vasi linfatici. Per un massimo effetto drenante, la spazzola va impugnata con un appoggio particolare, così facendo si favorisce la circolazione sanguigna. Spazzolatura tonificante ed energizzante: si esegue con due spazzole per stimolare le funzioni fisiologiche, nervose, circolatorie e linfatiche. Spazzolatura miorilassante: rilassa la muscolatura e favorisce lo "scioglimento" delle articolazioni "indolenzite". Si utilizzano due spazzole con movimenti che seguono l'anatomia della muscolatura. Prima in direzione verticale, poi circolatoria. Spazzolatura viso: si esegue con due piccole spazzole dalle setole naturali specifiche per la stimolazione anche delle microrughe e la riattivazione dell'attività cellulare. Ha effetto drenante e stimolante. Spazzolatura testa: favorisce la microcircolazione e stimola il naturale nutrimento del bulbo del capello. La particolarità della spazzola utilizzata risiede nella lunghezza e nella qualità delle setole vegetali che favoriscono il rilassamento delle terminazioni nervose.


Massaggio con il Bambù

Si utilizzano canne di bambù di diametro diverso e oli essenziali. I bambù scivolano, seguono i contorni corporei drenando, rilassando, modellando, ristrutturando le masse fibrose. È un lavoro di "scultura" del corpo e di lift al viso. Le zone riflesse di piedi e mani vengono stimolate, le leggere vibrazioni e percussioni propagano onde di benessere, mentre la sottigliezza del tocco del bambù apporta a corpo e mente un momento di magia. Per questo massaggio del corpo, del viso e delle estremità, si utilizzano canne di bambù di varie dimensioni e di vari diametri e olii essenziali tiepidi. Il corpo viene "lavorato" in modo energico, ma armonico. Le canne di bambù seguono perfettamente i contorni e le linee della silhouette e permettono di plasmarne le forme come una scultura. Il massaggio con le canne di bambù è drenante, rilassante e rimodellante. I bambù scivolano, rotolano e si girano sui rilievi muscolari, disegnando e modellando perfettamente la silhouette. Il pétrissage rende al massimo sui grandi strati muscolari dei glutei, delle cosce e della vita, che vengono così ammorbiditi e rilassati. Infine si ottiene beneficio sul sistema circolatorio grazie alle pressioni, ai rotolamenti e agli scivolamenti delle canne dei bambù sul corpo. Attraverso questa tecnica che agisce sulla dinamica dei fluidi (linfa, sangue e liquidi interstiziali), si favorisce il drenaggio e la rigenerazione dei tessuti. Il bambù simbolizza la morbidezza, la forza, la rettitudine, la semplicità.


Diapazone Massage


Il riequilibrio dolce e profondo della persona sul piano fisico, biochimico, emozionale, energetico, ottenuto attraverso le onde vibrazionali prodotte da un piccolo apparecchio che utilizza le frequenze di un diapason. Un massaggio particolarissimo: si effettua con un piccolo apparecchio, il Diapazone, messo a punto da Guy Dumont, specialista in tecniche corporee francese. Lo strumento utilizza le vibrazioni emesse dalle frequenze di un diapason, luci colorate e pietre preziose. Il Diapazone ha una lampada speciale che diffonde una luce che vira in tutti i colori dell'arcobaleno e una pietra preziosa che l'operatore cambia secondo la tipologia di paziente. Lo strumento, appoggiato sulle diverse parti del corpo, permette di far agire simultaneamente gli effetti del suono, della luce, delle vibrazioni, del magnetismo dei colori e delle pietre preziose. Miscela magica per migliorare il benessere psichico, emozionale ed energetico, per un profondo riequilibrio dei tessuti, per defaticare e per ridurre le contratture muscolari.


Didjeridu e Soundmassage

La suonoterapia estetica per ritrovare relax e benessere, grazie al canto armonico e al suono basso e ipnotico del didjeridoo, lo strumento sacro degli aborigeni australiani. Il didgeridoo non è solo uno strumento musicale (aerofono ad ancia labiale), ma uno strumento di meditazione e di benessere. Probabilmente è il più antico strumento musicale della storia umana. In origine era uno strumento assolutamente naturale non costruito dall''uomo: un ramo di eucalipto scavato dall'interno dalle termiti, suonato soffiando nel cavo. In seguito venne anche decorato con motivi totemici caratteristici degli aborigeni, per cui era soprattutto lo strumento sacro per le cerimonie. Il didgeridoo ha accompagnato vita, feste e cerimonie degli aborigeni australiani, che attraverso questo strumento riproducono il suono ancestrale e l'atmosfera ipnotica del tempo del sogno, del periodo mitico della creazione, di un Big Bang sonoro, dei versi degli animali, di una preghiera, di un Om che vibra dal profondo.

Altre tipologie e categorie saranno presto aggiunte.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu